Il fumo e la caduta dei capelli

Cosa risaputa è che il fumo di una sigaretta nuoce gravemente alla salute. Fumare pero, può nuocere anche alla salute dei nostri capelli, scopriamo il perché.

La caduta dei capelli è dovuta a diversi fattori, stress, genetica, alimentazione etc… Non è da meno la costante assimilazione di sostanze nocive derivanti dal fumo di una sigaretta.

Così come l’organismo, anche i follicoli piliferi e i bulbi dei capelli soffrono le tossine messe in circolazione dai fumi della sigaretta. Il fumo, infatti, agisce come vaso costrittore diminuendo l’ossigenazione del sangue che, attraverso la papilla dermica, arriva al bulbo pilifero per nutrirlo.

Che la microcircolazione sanguigna dei follicoli piliferi sia molto importante per la salute dei capelli è dimostrato anche dai benefici che il massaggio al cuoio capelluto o digitopressione, e le frizioni che stimolano la cute dei capelli, hanno nel prevenire o attenuare la caduta dei capelli.
I massaggi per rinforzare i capelli, infatti, favoriscono l’afflusso e l’ossigenazione del sangue che, attraverso i follicoli, porta nutrimento ai capelli.

Fumare dunque aumenta il rischio della perdita dei capelli e a confermare questa tesi è stato un gruppo di studiosi di Taiwan che nel 2007 ha pubblicato sulla rivista Archives of Dermatology i risultati di un’analisi condotta su 740 uomini tra 40 e 90 anni. I risultati di questa ricerca, amplificati da diversi articoli giornalistici, hanno dato consistenza scientifica alle tesi che il fumo è dannoso per la salute dei capelli non solo perché, come detto sopra, impedisce la regolare microcircolazione sanguigna del cuoio capelluto, ma anche perché sbilanciando l’equilibrio batterico della cute e del tessuto epidermico, aumentando il rischio di infiammazione dei follicoli.
La stessa nicotina, depositandosi sul cuoio capelluto e modificando la composizione chimica del sebo, danneggia i capelli e ne favorisce la caduta.
Da qui è emersa la conferma che la caduta dei capelli si manifesta maggiormente nei fumatori rispetto a coloro che non hanno il vizio di fumare. Inoltre, la problematica aumenta in correlazione alla quantità di sigarette che vengono fumate durante l’arco dell'intera giornata. La sigaretta dunque, non è solo responsabile di una cattiva microcircolazione del cuoio capelluto, ma può rivelarsi anche artefice di un’infiammazione dei follicoli.

Se avete problemi di diradamento o perdita dei capelli il nostro consiglio è di venire presso il nostro centro tricologico a Caserta per un controllo e per decidere insieme la strada da intraprendere per contrastare la caduta dei capelli.